MANIDESTAZIONE A GINEVRA 23 SETTEMBRE 1998
CONTRO l' A.M.I. E LA DITTATURA DELLE MULTINAZIONALI


A.M.I.
In ottobre i negoziati relativi all' Accordo Multilaterale sugli Investimenti (A.M.I.), sospesi in seguito alle proteste internazionali, riprenderanno a Parigi.
GiÓ attualmente l'OMC (Organizzazione mondiale del commercio) permette alle multinazionali di imporci i loro prodotti ( mais transgenico ecc.) senza rispettare la volontÓ popolare. L' A.M.I. permetterebbe loro di imporci, senza condizioni i loro investimenti, e di attaccare le legislazioni ( in materia di protezione ambientale, miglioramento delle condizioni di lavoro ecc.) che nuocerebbero ai loro profitti. In Canada per es. ( in cui l'accordo del Trattato di libero commercio tra USA Canada e Messico contiene giÓ disposizioni che vanno in questa direzione) lo stato ha dovuto rivedere una decisione sul divieto ad un inquinatore di ... e risarcire all'inquinatore il mancato guadagno !

Le misure a favore di regioni o settori particolari della popolazione ( sovvenzioni, contingentamenti o prestiti speciali per i contadini, per le piccole e medie imprese, per la cultura, ecc.) potrebbere cosi essere attaccate o in alternativa offerte ai loro concorrenti internazionali.
Mc Donald's , " l'agri-bussiness" e Hollywood schiaccerebbero le diversitÓ.
I servizi pubblici (se ve ne sono ancora !) dovrebbero fissare i loro prezzi " in funzione di considerazioni commerciali", per non "nuocere" ai guadagni potenziali degli investitori stranieri. Per es. , l' ospedale cantonale ticinese potrebbe essere attaccato dalle cliniche private americane giÓ installatesi sul territorio svizzero.
I movimenti internazionali di capitali non potrebbero essere nÚ frenati nÚ rallentati, alimentando ancor di piu' la speculazione, l'economia mafiosa, le manipolazioni e i disordini finanziari attuali.
Le riserve ed eccezioni tollerate al momento dell' accordo sono provvisorie. Per contro, nessuna nuova eccezione sarÓ ammessa e lo stato firmatario sarÓ obbligato a rispettare l'accordo per 20 anni, QUALUNQUE SIA LA VOLONT└ POPOLARE.

Le multinazionali avrebbero, d'ora in poi, il diritto di attaccare direttamente e giuridicamente lo stato, e cio' davanti ad un tribunale DA LORO SCELTO come noto quello della CCI ( Camera di commercio internazionale) ů principale lobby mondiale delle multinazionali ed ispiratrice dell' A.M.I.
Le volpi siedono per giudicare la gallina !

I padrini dell' A.M.I. a Ginevra .
La Camera di commercio internazionale organizza una conferenza a Ginevra il 23-24 settembre, per "intruppare" gli organismi internayionali nella sua campagna a favore dell'A.M.I. Purtroppo, a questo proposito, il suo presidente ( H. Mauchera anche presidente della Nestle) puo' vantare l'appoggio del segretario generale delle Nazioni Unite Kofi Annan ( Nes-Kofi Annan !). Qual scandalo ..
Tutto cio',nel momento in cui fasce vieppiu'ampie della societÓ civile del mondo intero si mobilitano contro l' A.M.I. , che la sottocommisione dei diritti umani delle Nazioni unite stesse, si inquieta sui pericoli inerenti all' A.M.I. e che la Carta delle Nazioni Unite sui diritti e doveri economici ( 1974) proclama : " ogni nazione ha diritto inalienabile di regolamentare gli investimenti stranieri e di esercitare il proprio controllo sugli invewstimenti" ..

CONCENTRAMENTO:
PLACE DE NATIONS , MERCOLEDI' 23 SETTEMBRE ORE 18.00


La manifestazione si svolgerÓ davnti all'edificio delle Nazioni Unite.
I contadini dell' UPS ( Unione svizzera dei contadini ) offriranno i loro prodotti , musicisti e artisti di strada apporteranno una cultura vivente, sindicalisti, intellettuali e semplici cittadini il loro contributo a questo momento della RESISTENZA contro "il nuovo ordine mondiale " che minaccia tutti i settori della societÓ civile.

A.M.I. , OMC, FMI, OCSE, NTM ,ecc. STESSA LOTTA .
La lotta sarÓ lunga e le multianzionali determinate a proseguire la loro fuga in avanti. Nel caso in cui l' A.M.I. fosse bloccato a Parigi ( in sede OCSE), accordi " cloni" sono preparati nel quadro dell' OMC, del Fondo monetario internazionale ( FMI) cosi' come tra Europa e America del nord con l'acccordo NTM ( New Transatlantic Market).
Qualunque sia il quadro o l' acronimo, lo scopo Ú lo stesso: SOTTOMETTERE la politica e la sovranitÓ nazionale al " mercato" ( cioÚ al potere dei mopnopoli multinazionali ). Se queste societÓ ANONIME, per essenza difficilmente attaccabili e senza responsabilitÓ sociali, regnano sole sulle nostre societÓ, la rovina sociale ed ecologica sarÓ INEVITABILE .

Coordinamento svizzero anti - A.M.I.

Index