Organizzazioni delle Donne Palestinesi ed Attivsite
condannano gli assalti delle forze di sicurezza Palestinesi su donne e bambini Palestinesi

Comunicato Stampa
Ramallah giovedi 1 Novembre 2001

Le organizzazioni delle donne palestinesi e gli attivisti sono gravemente preoccupati in seguito agli attacchi verbali e fisici da parte delle forze di sicurezza Palestinese verso le donne ed i bambini palestinesi, le famiglie dei prigionieri politici detenuti dall'AutoritÓ Palestinese.

Gli attacchi avvenuti il 30 Ottobre 2001, mentre i familiari dei detenuti politici stavano protestando contro la detenzione illegale dei loro familiari e chiedendo per il loro rilascio immediato.
Durante il sit-in al quartier generale della sicurezza dei governatorati di Ramallah e Al Bireh Governorates, le forze di sicurezza palestinesi hanno minacciato i dimostranti con baionette, picchiandoli con i calci dei fucili e sottponendo le donne a minacce verbali a sfondo sessuale.
Noi vediamo questi assalti come una violazione del diritto alla protesta pacifica che Ŕ garantita dalle leggi e da tutti gli accordi internazionali sui diritti umani.
Nel momento in cui il Popolo Palestinese sta affrontando i crimini delle selvaggia occupazione israeliana e chiedendo che la comunitÓ internazionale si opponga ai suoi attacchi contro le donne e di bambini Palestinesi, noi inequivocabilmente condanniamo questa aggressione contro di essi da parte delle forze di sicurezza palestinesi .
Noi affermiamo che noi stiamo in un momento dove ogni sforzo deve essere teso a sostenere la nostra causa nazionale e rinforzare la nostra unita' per porre fine all'occupazione.
Per raggiungere i nostri diritti nazionali e porre fine all'occupazione israeliana Ŕ necessario che noi stessi rispettiamo la nostra propria dignita' e i nostri diritti e noi non rimarremo in silenzio di fronte alla loro violazione, senza riguardo dei perpetratori .
Le organizzazioni delle donne e delle attiviste Palestinesi affermano che tali assalti sono assolutamente rigettati.
Chiediamo che l'AutoritÓ Palestinese :

1. Apra un'inchiesta legale a questi assalti e perseguiti i responsabili. Tutti i responsabili dovrebbero essere portati davanti una corte e ogni sforzo deve essere reso per assicurare che tali aggressioni non si ripetano mai pi¨.

2. Rispetti i diritti umani ed imepdisca ogni attacco sui cittadini che stanno esercitando questi diritti che sono garantiti dalla legge.

3. Rilasci immediatamente tutti i prigionieri politici detenuti dalle forze di sicurezza Palestinesi e termini permanentemente la pratica della detenzione politica <Palestinian Women Organizations and Activists> Ramallah, 01 November 2001

ADDAMEER - Prisoners' Support and Human Rights Association PO Box: 17338, Jerusalem. Ramallah, West Bank.
Tel: +972-2-2960446 Fax: +972-2-2960447
E-mail: addameer@addameer.org
URL: http://www.addameer.org/



BACK