Campagna di boicottaggio Coca-Cola

Profitto garantito, sicurezza sul lavoro negata


MORTE SUL LAVORO ALLA COCA-COLA COLOMBIA


Autore: Sinaltrainal
Data: 23 Luglio 2007
Traduzione: REBOC
Originale in spagnolo: http://www.sinaltrainal.org/Textos/muertowr.htm


Il giorno 22 luglio 2007, il lavoratore EDILBERTO SALDAŃA ha perso la vita dentro gli impianti di imbottigliamento della Coca Cola di Bogotą, apparentemente č morto per essere stato colpito, mentre lavorava, da una macchina.

In tutta la sua storia il SINALTRAINAL ha richiesto alla Coca Cola un programma preventivo per la protezione della vita e della salute dei lavoratori, ma i fatti continuano a dimostrare che l'impresa non adotta una politica responsabile.

Diversi lavoratori sono gią morti dentro e fuori delle imbottigliatrici della Coca Cola in Colombia, per la mancanza di un programma effettivo riguardo la salute sui posti di lavoro che prevenga non solo la perdita di vite e gli incidenti, ma anche la salute dei lavoratori.

Con molto dolore respingiamo l'irresponsabilitą dell'amministrazione delle imbottigliatrici della Coca Cola, che in ogni momento vanno a cercare giustificazioni per le proprie inosservanze riguardo alla normativa sulla Salute sul Lavoro, dimostrano di stare compiendo i programmi e sono pił preoccupati per i risultati della produzione, della vendita ed il buon andamento degli affari che per la vita e la salute dei lavoratori.

Esigiamo che la Coca Cola chiarisca la morte del lavoratore EDILBERTO SALDAŃA, risponda della perdita di questa vita umana, adotti una seria politica per quanto riguarda la salute sul lavoro, risolva immediatamente i reclami che da molti anni sta facendo il SINALTRAINAL.

Facciamo appello a tutti i lavoratori affinché superino la paura che gli hanno creato e non si sottopongano a lavorare in condizioni insicure, che mettono in pericolo non solo la vita ma anche la loro salute.

Distintamente,
LUIS JAVIER CORREA SUAREZ
Presidente
 

prendi coscienza