Campagna di boicottaggio Coca-Cola

Dopo le proteste contro Coca-Cola


I PARAMILITARI 'AQUILE NERE' MINACCIANO GLI ISCRITTI AL SINALTRAINAL


Autore: Sinaltrainal
Data: 26 Luglio 2007
Traduzione: REBOC
Originale in spagnolo: http://www.sinaltrainal.org/Textos/pamilitaresaguilas.htm
Volantino con le minacce in PDF


Il 26 luglio 2007, di pomeriggio, negli uffici del SINALTRAINAL di Bucaramanga, situati in Calle 42 Non 14-09 – 2░ piano, Ŕ stata trovata una busta contenente il seguente testo:
“A.U.C.
AQUILE NERE
SINDACALISTI FIGLI DI PUTTANA – TRAVESTITI DA GUERRIGLIERI – IL TEMPO PER POTER TACERE ╚ FINITO – NON PI┘ DISORDINE – ╚ VENUTO IL MOMENTO – TERRORISTI COME JAVIER CORREA – LUIS GARCIA DETTO IL CHILE – NELSON PEREZ – DOMINGO FLORES ED IL SUO GRUPPO – NON CREDIATE DI ESSERE OBBIETTIVO MILITARE – IL DOLORE SarÓ PER LA VOSTRA FAMIGLIA – GLI SMOBILITATI NON FANNO TACERE LE LORO ARMI – IL GIORNO STA ARRIVANDO – GI└ AVETE SCELTO IL MODO DI MORIRE CORAGGIOSI DI MERDA.
FRONTE AQUILE NERE”

Queste minacce contro il Presidente Nazionale e Sezionale del SINALTRAINAL di Bucaramanga ed contro i membri della Giunta Direttiva Sezionale, avvengono dopo che Ŕ stata realizzata la giornata PER LA VITA, IL DIRITTO AL LAVORO E LA LIBERT└ SINDACALE, dal 16 al 23 luglio di questo anno, che Ŕ terminata con una protesta di fronte agli impianti delle imbottigliatrici della Coca Cola in tutta la Colombia, esigendo il rispetto dei diritti dei lavoratori, la veritÓ, la giustizia e la riparazione integrale per le vittime.

Il 10 febbraio 2007, Ŕ stata trovata un'altra minaccia contro gli stessi compagni del SINALTRAINAL; facciamo notare che queste minacce avvengono nel momento in cui il SINALTRAINAL stava esigendo, da parte della Coca Cola, il rispetto del diritto di associazione e libertÓ sindacale, che assuma in forma diretta tutti i lavoratori che ha reso precari negando i loro diritti con il sub-appalto; insistiamo per la soluzione delle rivendicazioni che il 5 settembre 2006 le abbiamo presentato, dove configuriamo i diritti per i precari, denunciamo che l'impresa Ŕ coinvolta nella distruzione delle zone umide e lo sfruttamento dei bambini. Esigiamo che chiarisca la morte del lavoratore Edilberto Salda˝a, avvenuta il 26 luglio di quest’anno all’interno all’impianto di imbottigliamento di BogotÓ. Rifiutiamo la legge che legalizza il paramilitarismo e denunciamo le minacce che questo gruppo terroristico-narcoparamilitare ha lanciato dalla prigione contro vari membri del SINALTRAINAL, a favore della Coca Cola.

╚ da notare ed Ŕ molto sospetto che il 13 dicembre 2006 il Vicepresidente della Repubblica della Colombia, Francisco Santos, ha pubblicamente lanciato accuse contro il sindacato ed immediatamente sono apparse le minacce contro gli affiliati del SINALTRAINAL. In questa occasione le minacce sono avvenute nel momento in cui il Presidente ┴lvaro Uribe VÚlez critica i sindacati, relazionandoli con i gruppi ribelli e segnalando alla comunitÓ internazionale le organizzazioni sindacali come responsabili della crisi del paese; crisi che Ŕ stata generata dall'oligarchia, ed ora approfondita mediante l'imposizione di questo modello antidemocratico e militarista.

Nonostante la repressione delle imprese ed il terrorismo di stato, il SINALTRAINAL continuerÓ a richiedere la veritÓ, la giustizia e la riparazione integrale per le vittime degli abusi delle imprese transnazionali, tra le quali la Coca Cola, e proseguiremo nella costruzione di forme di giustizia popolare ed alternativa, come i Tribunali Internazionali di Opinione, le Udienze Pubbliche Popolari, il Tribunale Permanente dei Popoli ed il consolidamento del Movimento delle Vittime del Terrorismo di Stato.
Reiteriamo la nostra volontÓ di continuare avanzando nella lotta di resistenza contro le transnazionali che come la Coca Cola, la NestlÚ, la OXI, la REPSOL tra le altre, sono responsabili della violazione dei diritti umani ottenendo grandi benefici coi crimini di lesa umanitÓ compiuti dalle bande paramilitari.

Esigiamo da parte del governo colombiano indagini su queste minacce, la punizione per i responsabili e la garanzia per la vita e l’integritÓ dei membri del SINALTRAINAL e dei loro familiari.

Distintamente,
LUIS JAVIER CORREA SUAREZ
Presidente.

prendi coscienza