Benvenuti/e in Info/Territorio

Info-Territorio è un momento di sintesi e di raccolta di informazioni del gruppo che si interessa a queste tematiche dentro ad L38 Squat il Centro Sociale che sta sul sesto ponte del Laurentino 38.

Ordinaria amministrazione al Laurentino 38

Filed Under (laurentino) by sandrino on 18-04-2011

Laurentino 38, V ponte. Nella tarda mattinata di venerdì 15 Aprile carabinieri e tecnici dell’ACEA danno vita all’ennesima operazione repressiva volta a colpire una ventina di immigrati (alcuni in possesso di permesso di soggiorno e altri sprovvisti), che da tempo avevano ricavato un alloggio attraverso l’occupazione di alcuni locali abbandonati.

Una volta sgomberate le abitazioni, alcuni degli immigrati sono stati immediatamente trasferiti alla caserma dei carabinieri della Cecchignola per l’identificazione e l’avvio delle procedure previste dal caso.

Dietro questa operazione, l’ennesima che ricade sulle vite degli immigrati, c’è anche un primo avvertimento rivolto a tutti gli altri nuclei familiari occupanti del V e del VI ponte, per far capire le intenzioni del governo della città e delle imprese private come l’ACEA: l’emergenza abitativa continua ad essere un problema da affrontare esclusivamente attraverso l’intervento delle forze dell’ordine, gli immigrati sono i primi a pagarne le conseguenze, poco a poco toccherà a tutti gli altri.

Nel pomeriggio della stessa giornata veniva inaugurato invece il Centro Polivalente Elsa Morante, un luogo che a parole dovrebbe essere destinato alla diffusione della cultura, ma che nei fatti rappresenta, anche in questo caso, una fonte di guadagno per diverse imprese, tra cui Zetema, che ne ha ricevuto la gestione direttamente dal Comune di Roma attraverso il solito sistema clientelare di amicizie e scambio di favori tra politici e imprenditori.

Un gruppo di occupanti del V e del VI ponte, cogliendo l’occasione della presenza di diversi rappresentanti istituzionali, tra cui il presidente del Municipio XII Calzetta e del sindaco Alemanno, decide di presentarsi all’inaugurazione pubblica di questa struttura, ma viene bloccata dall’abbondante presenza di polizia, carabinieri e digos, che hanno minacciato di arrestare il gruppo, composto da famiglie ed attivisti del quartiere, nel caso in cui la cerimonia fosse stata rovinata.

I fatti parlano già di per sé abbastanza chiaro: da una parte, di nascosto e lontano dai riflettori mediatici, si mostra, attraverso l’uso della forza e del ricatto, il vero volto dei poteri politici ed economici della città nei confronti delle fasce economicamente più deboli della popolazione, mentre dall’altra, con la scusa di fornire il quartiere di nuovi servizi, si consumano le più becere menzogne circa l’impegno delle istituzioni nei confronti dei quartieri di periferia come Laurentino 38.

Vergognoso, disumano ed infame è stato lo sgombero delle famiglie immigrate occupanti del V ponte, portato avanti senza tenere minimamente in considerazione le necessità di vita che queste portano, come pietosa è stata la vetrina innalzata in occasione dell’inaugurazione (militarizzata) del Centro Culturale Elsa Morante, fatta di pagliacci, banda dell’esercito e bandierine tricolori distribuite tra i (pochi) partecipanti.

Guardie, politicanti ed aguzzini vari fuori dal quartiere.

L38 Squat/Laurentinokkupato



Share

Assemblea convocata dal Consiglio di Quartiere Laurentino

Filed Under (laurentino) by luca on 01-12-2010

Prima parte

Seconda parte

Terza parte

Share

Ascolta Cronaca in Borgata del 20/11/2010

Filed Under (laurentino, radio pirata 38) by luca on 21-11-2010

Una puntata speciale, dedicata all’ approfondimento delle tematiche del quartiere (vendita case ATER, demolizioni immaginarie, piazze fantastiche), aggiornamenti sulla questione della Formula 1 all’ EUR, presentazione iniziativa della biciclettata antispeculazioni.

Prima parte

Seconda parte

Share

Anche a Tor Bella Monaca demolizioni per speculazioni

Filed Under (architettura) by luca on 21-11-2010

Segnaliamo un articolo sul sito di Action riguardo alla questione delle demolizioni delle torri di Tor Bella Monaca

Share

Anti-speculation Tour

Filed Under (EUR, iniziative, laurentino) by sandrino on 13-11-2010



“Ad un certo punto, dinanzi gli avvenimenti pubblici, sappiamo di dover rifiutare. Il rifiuto è assoluto, categorico (…) . Quello che rifiutiamo non è senza valore, né senza importanza. E’ proprio perciò che il rifiuto è necessario. Esiste una ragione che non accetteremo più, c’è un’apparenza di saggezza che ci fa orrore, c’è un’offerta di accordo e di conciliazione che non ascolteremo.”

Roma è una città invivibile. Quello che accade nella metropoli è quotidianamente sotto gli occhi di tutti. Non c’è territorio che non sia investito dalla speculazione e inesorabilmente saccheggiato: edificazioni selvagge avanzano fino a colpire la campagna romana. Nuovi interventi urbanistici ed architettonici, sfarzosi quanto inutili, vengono annunciati a tamburi battenti e fanno raschiare il fondo delle risorse pubbliche, mentre l’accesso ad una casa rimane un problema  ancora irrisolto. Il presente parla di aree verdi cancellate ed investite da colate di cemento: cubature su cubature minacciano quartieri interi e distruggono gli spazi di socialità ed incontro; al posto di questi, come cattedrali nel deserto, sorgono nuovi centri commerciali e altri se ne progettano.

Roma è sotto scacco delle nocività dell’automobile: i mezzi pubblici vengono messi da parte, non viene investito un centesimo sulla mobilità alternativa e il traffico privato la fa da padrone. Stress, inquinamento ambientale, piattezza di prospettive sensoriali, aggressività, stati di malessere sono solo una parte dei danni causati dall’aumento sempre più clamoroso del traffico cittadino: i tempi di vita, a Roma,  sono scanditi da  questo e inglobati al suo interno. E’ il destino che vogliono imporre i poteri forti di questa città.

La città vetrina mostra le sue contraddizioni: produce e consuma, ma getta gli scarti e riversa i rifiuti al di fuori di essa; fagocita ed ingloba i territori, innalza i suoi templi del consumo, ma esclude e sputa fuori le fasce di popolazione che non possono accedere alla ricchezza.

Con la complicità della classe politica asservita sono i responsabili della devastazione del territorio che continuano ad arricchirsi.

Ma c’è anche chi a tutto questo continua ad opporsi. Le lotte che nascono dal basso rivendicano un altro modo di vivere e concepire la città. Pratiche quotidiane e scelte coscienti sono l’alternativa concreta che si sottrae al dominio del sistema e al controllo delle vite. E’ a partire dai territori che comitati spontanei si sono formati per opporsi ai tentativi di scempio e devastazione diffusi a macchia di leopardo. E’ dai quartieri stessi che si disegnano le trame di resistenza a questo modello di città.

Come attivisti, ciclisti, singoli individui che desiderano un altro modo di vivere gli spazi, con lo spirito di chi non si rassegna, si attiva e continua a sognare e costruire un altro mondo possibile, proponiamo una biciclettata collettiva. L’idea è di percorrere gli stessi territori che viviamo quotidianamente: attraversare parte del quadrante sud di Roma, quella tra l’XI e il XII Municipio di Roma secondo la geografia istituzionale, e “segnare” i luoghi oggetto di speculazione, ma dove si sviluppano anche forme di resistenza. Una modalità gioiosa e determinata,  comunicativa e diretta, di riprendersi le strade e manifestare il dissenso contro le forme di nocività prodotte all’interno della città.

L’appuntamento è previsto per domenica 21 novembre alle ore 14,30 al prato di Parco Schuster,  nelle vicinanze della Basilica di San Paolo.

Cicloattivati contro le speculazioni

Share

EUR Red Light District

Filed Under (EUR) by luca on 10-11-2010

A cosa hanno portato le sparate sulla legalità e le emergenze di Alemanno?

A rendere l’EUR un quartiere a luci rosse, ciò che prima si svolgeva sulle strade periferiche ad alta percorrenza oggi con le ordinanze restrittive del sindaco  si è spostato davanti alle palazzine signorili dell’EUR. L’imbecillità e l’incapacità al governo.

http://roma.repubblica.it/cronaca/2010/11/09/news/all_eur_debutta_il_sexy_shop_elettronico_siamo_diventati_un_quartiere_a_luci_rosse-8939031/

Share

Articoli sulla F1 all’EUR

Filed Under (EUR) by luca on 27-10-2010

Oggi su Repubblica un paio di articoli sulla devastante ipotesi di fare il Gran Premio Automobilistico di Formula 1 nell’area dei parchi dell’EUR

IL GRAN PREMIO ALL’EUR

“Colata di cemento con la scusa della F1″

Roma, mega progetto intorno al circuito dell’Eur: grattacieli al posto delle aree verdi.  Italia Nostra: i terreni ceduti ai privati in cambio delle infrastrutture del Gran Premio
di PAOLO BOCCACCI Read the rest of this entry »

Share

Quando nella “terra di nessuno”, ci vogliono stare tutti.

Filed Under (laurentino, XII Municipio) by sandrino on 15-10-2010

Con le parole, come al solito, non si sono certo sprecati: lo hanno addirittura chiamato Boulevard. Detto così forse fa più scena. Sta di fatto che sabato 2 ottobre è stato inaugurato il nuovo marciapiede di via Sapori. A sentire gli interventi della giornata e quelli degli esponenti dell’opposizione i giorni prima, se lo sono litigato: inaugurato da Calzetta, ma pensato dalla giunta Prestipino.  Ognuno a rivendicare la propria parte.  Come si trattasse di chissà quale intervento: segno che per raccattare qualche manciata di voti si fa di tutto.

In fin dei conti un bel marciapiede, con begli alberi e un bel praticello curato. Certo, tanto scalpore per qualcosa che di per sé non sembra mica un intervento così complicato da realizzare.

Si vede che nel nulla della politica istituzionale a volte ci si accontenta veramente di poco.

Eppure per terminarlo, come sempre, ci sono voluti anni, a tal punto che si sono succedute due giunte del Municipio. Per inaugurarlo la solita pacchianata: canzoni dei cartoni animati, topolino e zucchero filato per bambini e bambine.

Fanno ridere questi politicanti e alcuni pennivendoli che gli vanno dietro:

http://www.06blog.it/post/9420/laurentino-38-tra-sogni-e-realta-al-boulevard-di-via-sapori .

Pare che per risolvere, o magari dimenticare, i reali problemi di questo territorio basti un marciapiede nuovo

Viene da chiedersi chi fosse il vero pagliaccio in questa inaugurazione.

Share

Laurentino – foto archivio Unità

Filed Under (laurentino) by admin on 07-10-2010

Alcune foto trovate sul sito dell’Unità (clicca sulla foto per vedere la galleria)

Share

Danni collaterali

Filed Under (laurentino) by luca on 06-10-2010

La scellerata gestione dei rifiuti in quartiere fatta dall’AMA (rimozione dei cassonetti fissi) sta causando un serio danno collaterale oltre alla discarica sulle strade ossia la devastazione del Parco.

Giorno dopo giorno aumentano le buste di mondezza abbandonate dentro il Parco (queste foto qui sotto sono di ieri, oggi era anche peggio).

Share